CASTELLO DI GORIZIA

Costruito verosimilmente negli anni intorno al 1100, il castello di Gorizia venne in seguito più volte ampliato e rimaneggiato, tanto da perdere, nel volgere di alcuni secoli, gran parte del suo aspetto medievale. Nel tempo il castello cambiò più volte padrone, passando dalle mani dei conti di Gorizia al dominio asburgico, con le brevi parentesi veneziana e napoleonica, e fu adibito a funzioni differenti (centro amministrativo, caserma, carcere). Danneggiato dai bombardamenti durante la Grande Guerra, fu ricostruito (e modificato, senza troppo rispetto per l’originale) tra il 1934 e il 1937 a opera della Soprintendenza delle Belle Arti di Trieste e del Genio Militare, che intesero restituirlo al suo aspetto cinquecentesco. Attualmente ospita il Museo del Medioevo Goriziano.

Per maggiori informazioni clicca qui e qui

GRADO

Grado è un’isola costituita da una laguna di 90 km2 e caratterizzata da due principali spiagge sabbiose. Nella città vecchia è possibile visitare edifici paleocristiani, tra cui la Basilica di Santa Eufemia, il Battistero e il Lapidario. È possibile inoltre visitare la più antica Basilica di Grado, la Basilica di Santa Maria delle Grazie, risalente al V secolo. La piazza centrale Biagio Marin si caratterizza soprattutto per i resti archeologici della Basilica della Corte. Oltre a passare indimenticabili momenti in spiaggia, è possibile raggiungere e ammirare la Riserva naturale della Valle Cavanata e la Riserva naturale della Foce dell’Isonzo.

Per maggiori informazioni clicca qui e qui

CIMITERO DEI CADUTI E TOMBE DELL’ETÀ ROMANA – AQUILEIA

Aquileia è caratterizzata, in particolare, dall’area archeologica, dichiarata dall’UNESCO patrimonio dell’umanità, dove è possibile ammirare i resti del foro romano, della Basilica, delle case e dei pavimenti in mosaico. Molti reperti archeologici sono conservati nel Museo Archeologico Nazionale. Nel cuore della città si trova il Cimitero degli Eroi, un importante luogo storico che ha mantenuto la propria forma originale fin dal 1915. Il cimitero è caratterizzato da numerosi monumenti, tra cui l’arcosolio, un sarcofago contenente i 10 militi ignoti.

Per maggiori informazioni clicca qui e qui

SACRARIO MILITARE E MUSEO DELLA GRANDE GUERRA – FOGLIANO REDIPUGLIA

Il Sacrario Militare di Redipuglia, inaugurato nel 1938, rappresenta il più grande Sacrario italiano dedicato ai soldati della Grande Guerra, contenente i resti di 100.187 caduti. La parte più impressionante del Sacrario consiste nell’imponente scalinata centrale formata da 22 gradoni. Alla sua base si trova la tomba del comandante della Terza Armata, Emanuele Filiberto Duca d'Aosta. È possibile inoltre visitare il Museo della Grande Guerra, dove sono esposti numerosi oggetti tra cui armi e attrezzature militari, uniformi e fotografie rappresentanti la vita in trincea.

Per maggiori informazioni clicca qui e qui

OSSARIO DI OSLAVIA – GORIZIA

L’Ossario di Oslavia è un monumento eretto sulle colline a nord di Gorizia, in località Piuma, nel 1938. L’Ossario è costituito da una grande torre centrale e da tre torri laterali che ospitano complessivamente 57.740 soldati caduti nelle vicinanze della città durante la Grande Guerra. Dalla torre centrale è possibile godere del magnifico panorama sulla valle e sul monte Sabotino.

Per maggiori informazioni clicca qui e qui

TRINCEE, CIPPO DEL 4° HONVED, VALLONCELLO DELL’ALBERO ISOLATO – S. MARTINO DEL CARSO

San Martino del Carso è una piccola frazione del comune di Sagrado (GO). Completamente distrutta durante la conquista del Monte San Michele, è stata resa nota dalla poesia di Giuseppe Ungaretti. Oltre al Museo della Grande Guerra e al cimitero civile,  è possibile visitare il Cippo del 4° Reggimento Honved, costruito dalle truppe ungheresi nell’autunno 1917 in onore dei soldati ungheresi di questo reggimento.

Per maggiori informazioni clicca qui

MUSEO ALL’APERTO DEL MONTE SAN MICHELE – S. MICHELE DEL CARSO

Il museo all’aperto del Monte San Michele, situato nel cuore del Carso Isontino, è caratterizzato da numerose strutture e monumenti risalenti alla Prima Guerra Mondiale, tra cui le trincee, la Galleria Cannoniera della Terza Armata, la caverna austriaca del Generale Lukachich e lo Schönburgtunnel. È possibile camminare lungo il Percorso dei cippi, costituito da 53 monumenti commemorativi, o visitare il Museo della Grande Guerra, dove sono esposti oggetti e fotografie del periodo.

Per maggiori informazioni clicca qui

MUSEO DELLA GRANDE GUERRA – GORIZIA

Il Museo della Grande Guerra di Gorizia si trova nella zona di Borgo Castello e si estende lungo i sotterranei delle cinquecentesche case Dornberg e Tasso. Composto da dodici sale ricche di oggetti, documenti e divise, il museo rappresenta gli eventi bellici del periodo 1915-1918, sottolineando le difficoltà della vita dei soldati. Ospita, inoltre, la riproduzione di una trincea a grandezza naturale, percorribile dai visitatori.

Per maggiori informazioni clicca qui

MUSEO DEI CONFINI DELLA STAZIONE TRANSALPINA – GORIZIA/NOVA GORICA

Inaugurata nel 1906, la stazione, voluta dal governo di Vienna a fini militari come seconda via per Trieste, rappresentava il secondo scalo ferroviario della città dopo la cosiddetta “Meridionale”, attuale Stazione Centrale di Gorizia. All’interno della stazione Transalpina, è stata allestita una sala espositiva dedicata al confine e alla sua storia, dove sono in mostra numerosi oggetti, divise, documenti e fotografie in ricordo del confine.

Per maggiori informazioni clicca qui